Accessori per Caminetti e Stili

Il caminetto è sempre stato una parte importante della casa e gli accessori per caminetto come le piastre, gli alari e gli strumenti per caminetto ne costituiscono una componente importante. Il caminetto e gli accessori per caminetto spesso seguono lo stile dell’architettura e dei mobili di moda in determinati periodi. Gli stili dei palazzi reali passano dalle residenze dei nobili alle case di campagna e di città. Allo stesso tempo, esistono alcuni accessori per caminetto che sono cambiati poco attraverso i secoli. Si tratta degli accessori per caminetto che troviamo principalmente nelle zone rurali. Alcuni esempi sono le piastre per camino con motivi di colonne, vari stili rustici di alari (come i “Landiers” e i “Périgordiennes”), pinze e attizzatoi in ferro battuto. Determiniamo l’epoca di questi accessori per caminetto in base alle caratteristiche della fusione e della lavorazione. Pertanto sul sito troviamo indicati lo stile e l’epoca di ogni accessorio per caminetto.

Inoltre, esistono accessori per caminetto realizzati durante il periodo di un determinato stile e altri che sono invece riproduzioni risalenti a un periodo più tardo. Anche tali riproduzioni possono essere abbastanza antiche. In particolare a partire dal 1850, si assistette a un revival di diversi stili. L’effetto della Rivoluzione francese (iniziato nel 1789) sui motivi iniziò a declinare e, attorno al 1850, cominciarono a essere realizzate liberamente persino riproduzioni di piastre per camino con stemmi reali (dei Borboni).

I nostri accessori per caminetto provengono in buona parte dalla Francia. Perciò facciamo riferimento alla successione degli stili in Francia, con l’aggiunta qua e là di alcuni stili di origine inglese o tedesca.

 

Gotico (Basso medioevo, Tudor) | 1100 – 1500

La caratteristica principale di questo periodo è l’uso del ferro battuto e la comparsa delle piastre per camino in ghisa avvenuta attorno al 1500. Gli alari in ferro battuto sono molto più antichi. Il primo alare è stato ritrovato a Pompei. Nel Medioevo, gli alari assunsero la forma rustica che spesso è possibile vedere ancora oggi. Spesso sono dotati di ganci per lo spiedo e coppe alle estremità

A partire dal 1300 circa, agli alari furono aggiunte decorazioni, quali ghirlande, teste di animali (cani e bovini), guerrieri, l’“uomo selvatico” e stemmi araldici, spesso del signore della zona. Gli alari proteggono il fuoco e di conseguenza la casa: per questo motivo furono loro attribuiti simboli di protezione. In inglese gli alari si chiamano anche “firedogs”, ovvero cani che proteggono il fuoco e il focolare.

Nello stile gotico, le immagini riprodotte sulle piastre per camino erano principalmente di ispirazioni religiosa. I motivi erano semplici, quali stemmi araldici stilizzati e simboli religiosi.

Lo stile Tudor è uno stile gotico caratteristico dell’Inghilterra durante il primo periodo del casato reale dei Tudor (1500 – 1560). È uno stile tardo medioevale che nel continente europeo si diffuse in un periodo successivo, con l’inizio dello stile rinascimentale nel 1500.

 

Franse gotische haardplaat Duitse gotische haardplaat Gotische openhaardplaat Gotische Haardbok Franse gotische vuurbokken Gotische haardijzers

 

Rinascimentale (Francesco I, Enrico II) | 1500 – 1600

Questo stile si basa su influenze artistiche italiane, con elementi classici che caratterizzano l’architettura. I motivi, per la prima volta, sono ispirati a scene dello stesso periodo o mitologiche. Accanto ai temi religiosi e agli stemmi araldici, le piastre per camino ora sono decorate anche da scene della mitologia. Simboli molto frequenti sono ghirlande o foglie d’acanto, amorini, piume di uccelli e conchiglie di pettine di mare. In questo periodo, compaiono piastre per camino che riportano la salamandra, simbolo di Francesco I. Le prime piastre per camino con lo stemma dei duchi di Lorena appaiono anch’esse in questo periodo.

A partire da quest’epoca, fanno la loro comparsa anche alcuni alari dotati di ganci per spiedi a forma di conchiglia di pettine di mare.

 

Renaissance haardplaat Franse Renaissance haardplaat Renaissance kachelplaat Renaissance openhaardplaat Renaissance vuurbokken

 

Luigi XIII | 1610 - 1660

Questo stile, proprio come quello rinascimentale, si basa su esempi classici italiani, ma ha subito varie altre influenze (fiamminghe, italiane e spagnole). I motivi usati erano ghirlande con forme geometriche, ghirlande di foglie (spesso di acanto), frutta e fiori nonché forme ovali.

Con l’ascesa della casata dei Borboni al trono di Francia (inizi del 1600), fecero la loro comparsa piastre per camino con simboli di questa casa regnante, come il giglio di Francia. Inoltre, le piastre per camino rappresentavano ora eventi politici, quali trattati pace e attività politiche dei cittadini. In Olanda, comparvero le famose piastre per camino “Pro Patria”, che simboleggiano la fondazione della Repubblica delle Sette Province Unite nel 1579 e altre che ricordano il Trattato di pace di Munster, del 1648.

Durante questo periodo, per la prima volta gli alari divengono veri e propri oggetti decorativi per il caminetto. Agli alari in ferro battuto adesso si affiancano alari in bronzo e ottone. Spesso, entrambi i materiali vengono usati insieme.

 

Louis XIII haardplaat Lodewijk de 13e haardbokken Louis XIII vuurbokken Louis XIII haardijzers Lodewijk XIII openhaardplaat Lodewijk 13 vuurbokken

 

Luigi XIV | 1650 – 1700

Questo periodo è conosciuto come l’età d’oro della Francia. Ha così inizio in questo paese la fase dello stile barocco, che già in precedenza aveva visto la luce in Italia. Lo stile barocco parte dai principi classici di quello rinascimentale e dallo stile Luigi XIII. Le caratteristiche dello stile Luigi XIV sono la simmetria assoluta e la lussuosa lavorazione. Lo stile è solenne, ricco di eccessi e simboli di potere. Lo stile Luigi XIV trae ispirazione dall’antica Roma di Giulio Cesare.

Monarca assoluto, Luigi XIV aveva i propri simboli che spesso comparivano sulle piastre per camino accanto a quelli dei Borboni: il sole (per il Re Sole), il giglio di Francia, la corona e le foglie della vittoria. Tra gli altri numerosi simboli comuni in quest’epoca ci sono ghirlande di fiori e frutta, teste e zampe di leone, maschere, fronde di palma, gigli, conchiglie, foglie d’alloro e delfini.

 

Louis XIV haardplaat Lodewijk 14 vuurbokken Lodewijk 14 haardbokken Louis XIV haardbokken Lodewijk 14 openhaardplaat Louis XIV kachelplaat

 

Luigi XV (Rococò, Chippendale) | 1725 – 1775

Lo stile Luigi XV è, proprio come lo stile Luigi XIV, un particolare stile barocco. È meno pomposo rispetto allo stile Luigi XIV, più raffinato ed elegante nelle lavorazioni, più romantico, ma altrettanto sfarzoso. Lo stile è caratterizzato da abbondanti decorazioni romantiche, spesso ispirate alla natura, come il frequente uso di curve e di conchiglie, foglie, ghirlande, fiori e strumenti musicali. Le pesanti zampe di leone sono sostituite da zoccoli di cervo. Al posto della simmetria spesso troviamo l’asimmetria, che lascia più spazio all’immaginazione. In questo stile si fa grande uso di bronzo, anche per gli alari.

Accanto alle immagini mitologiche, molte piastre per camino di questo periodo raffigurano anche scene delle favole di Jean de la Fontaine (1621 – 1695).

 

Lodewijk XV haardplaat Louis XV haardplaat Louis XV haardbokken Louis 15 haardijzers Lodewijk 15 haardplaat Lodewijk XV vuurbokken Louis XV vuurbokken Lodewijk 15 vuurbokken Lodewijk 15 haardscherm Louis XV openhaardscherm Lodewijk 15 haardplaat

 

Neoclassico (Luigi XVI, Direttorio, Impero, Biedermeier, Luigi Filippo) | 1775 – 1850

Lo stile neoclassico è una reazione agli eccessi del barocco. Al posto del gusto romantico, qui si rende omaggio alla razionalità. Si tratta di un’importante conseguenza dell’Illuminismo (1650 – 1800), che enfatizza l’importanza delle osservazioni sperimentali e del pensiero logico. Questo stile è caratterizzato dall’uso di elementi e simboli puri derivanti dall’antichità classica di Egitto, Grecia e dell’Impero romano. Lo stile fu alimentato da diversi importanti ritrovamenti archeologici (Pompei e la pietra di Rosetta).

Il periodo neoclassico è stato anche l’epoca della Rivoluzione francese, che ebbe inizio nel 1789. Ciò ebbe una grande influenza sulle piastre per camino e sugli alari. Piastre per camino e alari dovettero essere privati di tutti gli elementi feudali, in particolare del giglio di Francia. Esistono tuttora molte piastre per camino da cui è stato rimosso il giglio di Francia. Allo stesso tempo, nacquero nuovi motivi, tra cui, per esempio, la Marianna come simbolo della Repubblica (e della ragione) e il cappello frigio, simbolo della liberazione dalla schiavitù. Lo stile rimane neoclassico.

Il periodo neoclassico, inoltre, vide l’ascesa di Napoleone a imperatore dei francesi (1804 – 1814). In questo periodo, caratterizzato dal gusto imperiale, lo stile neoclassico divenne più autorevole e grandioso. Le battaglie egiziane rafforzarono il gusto per i motivi ispirati all’antico Egitto. I ritratti di Napoleone appaiono su piastre per camino e alari. In questi ultimi, spesso l’imperatore è rappresentato con il capo reclinato. Anche la sfinge è un motivo molto popolare per gli alari in quest’epoca. Lo stile è descritto in maniera più completa di seguito.

Nella seconda metà del periodo neoclassico, si affermano gli stili Biedermeier (1815 – 1848) e Luigi Filippo (1830 – 1848). Essi costituiscono una reazione del pubblico ai pesanti elementi classici dello stile neoclassico. La gente desiderava qualcosa di più accogliente e familiare. Gli elementi classici si alleggerirono e furono uniti, tra l’altro, con aggiunte più romantiche.

 

Neoklassieke haardplaat Neoklassieke openhaardplaat Neoklassieke haardbokken Neoklassieke vuurbokken Neoklassieke kachelplaat

 

Impero | 1800 - 1815

Lo stile impero è un esempio di stile neoclassico dotato di specifiche caratteristiche che possono essere identificate in modo distinto. Lo stile impero deve il suo nome all’impero napoleonico (1804 – 1814). Napoleone vinse una battaglia dopo l’altra e si circondò di ricchezze, sia trafugate che realizzate per lui. Le battaglie egiziane rafforzarono il gusto per i simboli della grandezza dell’antico Egitto. Inoltre, Napoleone trasse ispirazione dall’Impero romano. Napoleone sviluppò personalmente lo stile impero. Si tratta di una versione ancora più autorevole e solenne dello stile neoclassico, con frequente uso di sfingi, motivi di fronde di palma, motivi militari, l’aquila, la lettera N, ritratti di Napoleone, la vittoria alata e la corona d’alloro.

Possiamo notare tali motivi anche sulle piastre per camino appartenenti a questo stile. Per gli alari, la sfinge era uno dei motivi più diffusi, così come la testa di Napoleone, spesso raffigurata in posizione reclinata.

 

Empire haardplaat Empire kachelplaat Empire openhaardbokken Empire haardplaat Empire vuurbokken

 

Periodo misto di neostili (Vittoriano, Neogotico) | 1850 – 1900

In questo periodo di turbolenze sociali, nessuno stile fu in grado di predominare; invece, accanto allo stile neoclassico, comparvero molti neostili, derivanti da una reazione al rigoroso stile neoclassico. Abbiamo così il neogotico, basato su una concezione religiosa e sociale conservatrice che postulava l’idea che l’arte e l’architettura medioevali fossero autentiche e moralmente corrette. Archi a sesto acuto, dettagli floreali, motivi araldici e raffinati intagli in legno erano le principali caratteristiche di questo stile. Quindi abbiamo il neobarocco, caratterizzato da forme e temi sontuosi e romantici. Assieme allo stile neoclassico, essi produssero numerose forme miste.

La caratteristica qui è che tutte le forme pure e miste degli stili si ispirano al passato. In questo periodo furono realizzate molte riproduzioni di antiche piastre per camino nonché piastre per camino senza uno stile specifico. Dopo il 1850, solo poche piastre del camino riportano ancora la data di fusione.

 

Ecclectische haardplaat Ecclectische vuurbokken Ecclectische kachelplaatEcclectische haardbokken

 

Art nouveau (Liberty, Tiffany, Jugendstil, Arts and Crafts) | 1890 - 1910

Allo scopo di dar forma alla nuova società industriale, gli artisti andarono in cerca di uno stile che non si ispirasse più a modelli del passato, ma che nascesse dalla loro ispirazione individuale. Inoltre, desideravano contrastare la produzione di massa tipica della società industriale. Non si trattava più di fare tutti la stessa cosa, ma di espressioni artistiche individuali. La capacità artigianale ebbe un ruolo importante in questo. Forme arrotondate e motivi presi dalla natura divennero centrali: fiori, alberi, insetti e animali. Gli artisti tentarono di creare un ambiente di arte totale in cui l’umanità potesse prosperare agli inizi del ’900.

In questo periodo, sempre più persone utilizzavano stufe a carbone per riscaldare le proprie case, al posto dei caminetti aperti o delle stufe a legna che erano anch’esse diffuse durante il XIX secolo. Questo significò una diminuzione della produzione di piastre per camini e alari.

 

Art nouveau haardplaat Art nouveau vuurbokken Art Nouveau haardbokken Art nouveau openhaardbokken Art nouveau openhaardkorf Art nouveau spatscherm openhaard Art nouveau haardscherm art nouveau haardijzers Art nouveau haardkorf

 

Art déco (Modernismo, Cubismo, Espressionismo) |1910 -1940

Negli anni che precedettero la Prima guerra mondiale, l’Art déco si sviluppò come reazione alle forme organiche tipiche dell’Art nouveau. I gusti delle persone si rivolsero nuovamente al rigore del classicismo: simmetria e principi stilistici classici. Ordine, colore e geometria erano elementi fondamentali. Nel suo ambito, l’Art déco comprende diverse correnti, ciascuna con proprie specifiche influenze, sia orientali, gotiche o romantiche. Ciascuna di queste correnti ha prodotto caratteristici esempi di architettura e di mobili.

Quando nelle case in stile Art déco era presente un caminetto, spesso la piastra per camino era integrata all’interno del caminetto stesso, come si può vedere nella foto qui sotto. In circolazione, esistono numerosi alari Art déco. In questo periodo, esistevano sia prodotti realizzati artigianalmente per l’élite che prodotti industriali per le masse. La stessa cosa valeva, e vale ancora oggi, per le piastre per camino e gli alari.

 

Art deco haardscherm